Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)
La nostra produzione
  • La nostra produzione
  • La nostra produzione
  • La nostra produzione
  • La nostra produzione
  • La nostra produzione
  • La nostra produzione
Cerca
Chi è online
 4 visitatori online
Home Il vivaio

Pinus PineaPinus Pinea


Il pino domestico (Pinus pinea) è l'albero più tipico delle zone circostanti al mar Mediterraneo, in particolare sulle coste settentrionali, dove forma vasti boschi (pinete) e regalando a persone e animali un'ombra molto gradita nel clima caldo e afoso dell'estate mediterranea.

Il portamento del Pinus Pinea

Il Pinus Pinea è alto fino a 25 metri, sebbene l'altezza più comune sia sui 12-20 m. Ha un portamento caratteristico, con un tronco corto e una grande chioma espansa a globo, che col tempo diventa sempre più simile a un ombrello.

La corteccia del Pinus Pinea

Il Pinus Pinea ha una corteccia spessa, marrone-rossiccia e fessurata in placche verticali.

Le foglie del Pinus Pinea

Le foglie del Pinus Pinea sono costituite da aghi, flessibili e di consistenza coriacea per la cuticola spessa, in coppie di due e sono lunghi da 10 a 20 cm (eccezionalmente 30 cm).

I fiori del Pinus Pinea

I fiori del Pinus Pinea, meglio indicati come sporofilli, maturano in aprile-maggio.

* Macrosporofilli: sono rossi, e crescono all'estremità dei nuovi germogli.
* Microsporofilli: sono giallo-arancione, più evidenti di quelli femminili, posti alla base del germoglio.

Gli strobili del Pinus Pinea

Gli strobili del Pinus Pinea sono lunghi 8-15 cm, ovoidali e grandi. Impiegano 36 mesi per maturare, più di qualsiasi altro pino. Si aprono a maturità per far uscire i semi. Questi ultimi, i pinoli (chiamati in inglese pine nuts e in spagnolo piñones) sono grandi, lunghi 2 cm, di color marrone chiaro con un guscio coperto da una guaina scura che si gratta con facilità e hanno una rudimentale aletta di 5 mm che va via facilmente. Il vento non ha effetto per trasportare i semi, che vengono dispersi dagli animali, tipicamente gli uccelli, ma oggi perlopiù dagli uomini.